Skip to content

MEZZAFEMMINA

Biografia: Dopo una lunga militanza come voce e autore dei Melanie Efrem ecco Mezzafemmina, il nuovo progetto solista di Gianluca Conte. Nei prossimi mesi uscirà il suo primo lavoro “Storie a bassa audience”, registrato nei mesi di febbraio-aprile e settembre-ottobre 2010 al Garage Ermetico, con la produzione artistica di Gigi Giancursi e Cristiano Lo Mele dei Perturbazione.
Le sue canzoni parlano di storie di solito dimenticate o strumentalizzate, di operai, di ragazzi costretti a fare lavori che non meritano, di violentati e violentatori, di sognatori e disillusi.
Si ritorna all’importanza delle parole, delle storie, delle persone.
Le registrazioni del suo nuovo lavoro si sono avvalse della partecipazione di alcuni dei più promettenti della scena torinese e piemontese: la pianista Jolanda, Niccolò Bosio alla fisarmonica, Andrea Ghiotti, altro ex Melanie Efrem e attuale batterista dei Toys in the Attic, Eros Giuggia al Sax e Giorgio Codias dei Verlaine alle chitarre elettrica, oltre che della preziosa collaborazione degli stessi Gigi Giancursi e Cristiano Lo Mele, della splendida voce di Robertina, Elena Diana dei Perturbazione al violoncello e Ivan Larocca dei The Johnny Staccato Band alla tammorra e alla tromba.

Perchè Mezzafemmina?

I miei nonni materni vivono in un paese ai confini tra Campania e Puglia, Rocchetta Sant’Antonio, paese a cui sono molto legato, e che, insieme a Torino, mi ha allattato e, con i suoi personaggi, mi ha in un certo senso spinto a fare musica. In questo affascinante paese ancora oggi è abitudine chiamare le persone non tanto con il nome o con il cognome ma con lo “scangianome”, un soprannome di famiglia usato per tutti i membri della famiglia.
Lo scangianome della famiglia di mio nonno è Mezzafemmina. Quando da bambino mi chiamavano così io ci rimanevo male, perché non capivo cosa volessero intendere, se volesse essere una presa in giro, se volesse essere una battuta per i miei lunghi capelli biondi, o cos’altro. Crescendo ho voluto sapere sempre di più sulla storia della mia famiglia e mio nonno mi ha spiegato il significato di questo soprannome, di cui vado fiero.
Il mio bisnonno, ai tempi del fascismo, se ne fregava del modo di pensare vigente e delle opinioni della gente ed aiutava molto nei lavori di casa. Tutto ciò non era ovviamente ben visto all’epoca, per cui qualcuno cominciò a provocarlo, affibiandogli questo soprannome di Mezzafemmina, che lui invece accettò, senza vergogna.
Sono rimasto colpito dal fatto che alcune persone in quel paese ancora oggi mi chiamino Mezzafemmina, per la evidente somiglianza fisiognomica con mio nonno e la sua famiglia. Ma forse non solo per quello. E riflettendo un po’ sul significato di questo “scangianome” ho scoperto che è un nome che racconta tante cose di me, più di tutti gli altri soprannomi che mi sono stati dati in vita. A partire da quella sensibilità femminile che non nego di avere e di cui, così come il mio bisnonno, non mi vergogno affatto; la testardaggine di proseguire con le proprie convinzioni, fregandosene del giudizio degli altri; l’ironia, che a quanto pare non è mai mancata alla mia famiglia, sintomo di una forte conoscenza di sé; e quel sapore di Sud e di strada e di storie da raccontare.
A posteriori mi son trovato a notare che anche il gruppo nel quale ho militato per anni, e a cui devo la mia crescita musicale ed umana, i Melanie Efrem, era caratterizzato in molti aspetti da questa coesistenza di elementi femminili e maschili: nel nome stesso, costituito da un nome di donna e uno di uomo, nella musica, che miscelava momenti di rudezza tutta maschile e momenti di intensa dolcezza femminile, per finire nel logo, costituito da una figura umana sostanzialmente ermafrodita.
E allora nel momento in cui mi son trovato a dover scegliere un nome d’arte per questo nuovo progetto solista mi è venuto a chiedermi: quale miglior nome se non quello che è già inscritto nelle mie radici?

 

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: