Skip to content

Slow Motion Genocide – ep, out now! In tutti gli store digitali

luglio 15, 2011

SLOW MOTION GENOCIDE – “Slow Motion Genocide” – l’EP di esordio, dal 15 Luglio 2011 in tutti gli store digitali da New Model Label

L’EP di debutto, musiche interamente strumentali che sono già state utilizzato come sonorizzazione di un servizio di Tg2 Dossier, trasmesso il 2 Aprile 2011.
Attualmente gli Slow Motion Genocide stanno componendo le musiche per una performance in Alta Irpinia in occasione dell’Home Festival, promosso dalla Scuola Holden di Alessandro Baricco, che si terrà nel mese di ottobre.

Slow Motion Genocide è la nostra società, una lenta e continua distruzione di valori, simboli, civiltà, umanità e culture.
E’ la paura del diverso o del profano, la profanazione del sacro, il conservatorismo becero e fine a se stesso.
E’ la salvaguardia di un’appartenenza inesistente che cela egoismi e biechi individualismi.
E’ la difesa di interessi di pochi ai danni di molti.
E’ la sofferenza di molti a vantaggio di pochi.
E’ la furia incontrastata di coloro i quali vengono continuamente disumanizzati.

Slow Motion Genocide crede nella riscoperta del particolare e nella contaminazione globale:
l’incontro tra culture diverse e caratterizzanti è una via percorribile senza dover rinunciare alle proprie radici.
Il futuro è il terreno comune su cui ogni cultura deve misurarsi.
il futuro è l’unica prospettiva attendibile.

Il futuro non avverrà per caso.

Breve biografia:
Il progetto nasce nella primavera del 2008 come side project di Fade Out e Deny, per volere di Pasquale Tomasetta (batteria) e Federico Preziosi (basso) con l’intento di sperimentare liberamente sonorità indie, psycho rock, metal, post-punk e ritmi esotici, utilizzando spunti melodico-ritmici mai adottati nei rispettivi progetti. La formazione viene completata da un amico di vecchia data, Raffaello Pisacreta (chitarra), artefice di melodie spigolose, a tratti nervose, ma sempre penetranti e dilatate, volte ad arricchire il sound della giovane formazione. Nascono così gli Slow Motion Genocide, il genocidio al rallentatore, con un’attitudine che esclude la parola, ma che si ripropone di comunicare sentimenti allo stato puro con la sola forza della musica. Il risultato è una sorta di musica a programma dove i titoli dei brani indicano un significato espresso sempre a livello generale e mai particolare. Gli Slow Motion Genocide non parlano alla coscienza, ma all’inconscio, e senza l’ausilio di messaggi criptati o subliminali, in altre parole si esprimono tramite la pura musica!

Tracklist:

1. Deep Needles
2. Make or Break
3. Gamino
4. Pinball
5. Your Strength Is My Weakness

In anteprima su
http://slowmotiongenocide.blogspot.com

Link utili:

REVERB NATION: www.reverbnation.com/slowmg
FACEBOOK: www.facebook.com/pages/Slow-Motion-Genocide/141281512587233
YOU TUBE: www.youtube.com/user/SlowMotionGenocide?feature=mhee
TWITTER: www.twitter.com/smgband

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: